Ambiente

Archivio articoli

Compiamo un resoconto, al termine dell’estate, dei danni e delle conseguenze degli incendi che hanno colpito Italia, Grecia e Hawaii.
L’India è in pole position per lo status di “dominatore del 21° secolo”, sia per i suoi continui successi che per i suoi enormi problemi.
Il tabacco è causa del 5% della deforestazione globale e mette in pericolo la salute di popolazioni estremamente povere, soprattutto in Africa.
Seppur le grandi difficoltà, il leader del Brasile Lula sta provando a traghettare lo Stato in una grande transizione ecologica fondamentale.
Le Hawaii sono completamente avvolte dalle fiamme, con 96 morti e centinaia di dispersi, a causa ovviamente del cambiamento climatico.
Gli incendi che stanno colpendo il Mediterraneo occidentale non sono altro che l’espansione costante del cambiamento climatico.
In Uganda si sposta in tribunale l’accusa di differenti ONG contro il progetto petrolifero sviluppato dall’azienda francese TotalEnergies.
Giovani ambientalisti hanno querelato lo Stato americano del Montana, accusato di violare il diritto costituzionale ad un ambiente pulito.
La Diga di Vetto e gli argini del fiume Misa sono due casi di progetti abbandonati a causa delle ribellioni degli ambientalisti in Italia.
L’Argentina sta affrontando la peggiore inflazione degli ultimi tre decenni, mentre crisi governative e siccità peggiorano la situazione.

Scopri altri articoli